Gridview sorting e paging in ASP.NET

Salve a tutti, scrivo questo mio post, visto che oggi penso di aver risolto un problema che ha “rubato sonno” a me, povero novizio!
Ho cercato parecchio in internet e su diversi forum una risposta soddisfacente alle mie povere e poche competenze ūüėÄ

SCENARIO:
Siamo su una pagina ASP.NET e pi√Ļ precisamente una WebForm.
Abbiamo inserito su tale pagina dei campi di testo (TextBox) e , dei pulsanti (Button) con cui poter effettuare dei filtri su una griglia (GridView) sulla¬†quale ¬†abbiamo impostato le seguenti propriet√†¬†allowpagin=true e allowsorting=true; abilitando cos√¨ rispettivamente la navigazione per pagine e dando l’opportunit√† di ordinare i dati per le singole colonne.
La griglia sopra citata preleva i dati da un database di esempio, nel nostro specifico caso abbiamo utilizzato Northwind.mdb (Access).
Si desidera quindi poter applicare dei filtri attraverso il contenuto inserito nei campi di testo filtrando i risultati e visualizzando il tutto in griglia; ed al contempo ci preme il fatto di poter però mantenere tutte le impostazioni di ordinamento ed impaginazione applicate precedentemente alla griglia stessa.

Continue reading

Abilitare/disabilitare siti su Apache2 – Ubuntu Server LAMP Vers. LTS

Siccome altri come me avranno l’esigenza per hobby oppure per lavoro di dover configurare un server web, una possibile soluzione potrebbe essere quella di installare (o meglio ancora di virtualizzare) un sistema LAMP (Linux – Apache2 – MySQL – PHP) completo.
Nello specifico dal sito ufficiale della Ubuntu, vi è una distro LAMP che viene fornita in versione LTS (Long Term Support).
Vedremo quindi come poter abilitare/disabilitare siti su Apache2 – Ubuntu Server LAMP Vers. LTS.

Una¬† volta installato e messo in piedi il server, mi segno alcuni comandi che a me sono sembrati di particolare aiuto nell’aministrare i virtual host di apache2 e che vi invito ad approfondire sulla documentazione ufficiale:

#Abilitazione sito in Apache2
sudo a2ensite NomeSito

#Disabilitazione sito
sudo a2dissite nomesito

Ciao a tutti, al prossimo post tecnico :D.

Pica pica.. “il gazzino piccolino”

Una brevissima news…
Da circa un mese su un noce presente nel giardino sotto casa hanno nidificato una coppia di gazze ladre che poi hanno riposto ben 7 uova.
Di queste 7 uova si sono schiuse 6 da cui sono nati dei “gazzini” !!
Bellissimi a vedere un po’ scomodi a sentire, ma comunque piacevoli i “gazzini” pica pica (come li ho soprannominati io.. http://it.wikipedia.org/wiki/Pica_pica
Ieri sera, dopo essere rientrato a casa ne ho trovi due caduti dal nido, per tutto il pomeriggio papà e mamma gazza hanno tentato di tenere lontano i gatti che altrimenti avrebbero banchettato con i loro piccoli.
Verso l’imbrunire, per√≤ i genitori, oramai stanchi non c’√® la facevano davvero pi√Ļ.
Io, oramai impietosito, mi sono quindi precipitato a vedere di recuperare i piccoli abbandonati.

Continue reading

Ristorante al toscano Trieste

Che dire? Il sito non √® un granch√®, ma per fortuna che¬†il ristorante al toscano Trieste √® tutt’altro ūüôā

Al Toscano Trieste

Trattoria tipica toscana
di Cristiano e Valeria
Via Bonomea, 114 Trieste
tel. 040425057-
www.altoscano.it

Per altri orari e/o dettagli in merito alle aperture/chiusure:
http://www.altoscano.it/orari.htm

Buono, buonissimo; bravi, bravissimimi ūüėÄ
Un saluto particolare a Cristiano e Valeria.

Il locale e la sua … storia

Il locale, costruito o ristrutturato nell’anno 1870, come risulta sull’architrave in pietra
posta sopra la porta d’ingresso, pare fosse adibito in quei tempi a luogo di sosta e ristoro, nonch√© al cambio di cavalli per chi percorreva la via che dall’Istria, passando per Trieste, portava direttamente a Postumia.

Ancora ristrutturato, √® stato trasformato in locanda ed era il punto di ritrovo delle famiglie triestine che durante le afose estati venivano quass√Ļ a “rampigar” e a “frescheggiare” ūüėÄ

I vari passaggi di propriet√† lo hanno portato ad essere una mescita di vino ove i triestini venivano a consumare la frugale merenda (mortadela e persuto) che si portavano nello “scartozo” seduti ancora agli esistenti tavoli in pietra massiccia.

Successivamente √® stato trasformato, prima in “fritolin” ove veniva fritto il pesce, poi in
pub-paninoteca ed alla fine in ristorante.

Dopo una chiusura protrattasi per circa due anni il locale √® stato rilevato dall’attuale propriet√†.

Il 15 maggio 1995 √® quindi iniziata,con il nome di Trattoria Radio, l’attivit√† di ristorante toscano che si protrae fino ad oggi.

Nell’anno 2000 il locale √® stato completamente ristrutturato. Durante tale ristrutturazione
è venuta alla luce una parete in pietra serena al centro della quale fanno bella mostra di
sé i resti di un antico camino.

Con il trascorrere del tempo il ristorante ha naturalmente assunto il pi√Ļ appropriato nome
al toscano” in virt√Ļ dell’uso di tale appellativo da parte dei nostri clienti e delle persone
che ci conoscevano. La qual cosa, come si può immaginare, non ha fatto certo dispiacere.